HOME > NOVITA'

Enti locali: Moretti, corretto l'operato di Brollo sull'Uti della Carnia

pubblicato il 02 marzo 2017

TRIESTE (02.03.17). «Mi pare comprensibile che il presidente dell'Uti della Carnia, ricorrendo al Tar contro l’uscita dall’Unione del Comune di Paularo, si preoccupi in prima persona della questione. In tal senso mi pare che Tondo non consideri affatto che i primi a poter essere danneggiati da una scelta contro la legge 26/2014 (che non prevede la recessione volontaria e parla di 10 anni di obbligatorietà) siano proprio tutti gli altri Comuni che hanno aderito all'Uti e quindi, di conseguenza le stesse comunità. Si tratta di un atto dovuto». A dirlo è il capogruppo del Pd, Diego Moretti replicando alle critiche di Renzo Tondo sul caso dell'Uti della Carnia.
«Non penso che Brollo sia esecutore degli ordini di qualcun altro, anzi, attraverso questa sua decisione si è reso garante di un territorio e delle sue comunità. Tondo, con le sue considerazioni, sbaglia totalmente, e dovrebbe ricordare quello che egli ha fatto, o meglio, non ha fatto, nei suoi cinque anni di governo, anni nei quali non sarà di certo ricordato per aver portato a casa le riforme che si era prefissato».