HOME > NOVITA'

Enti locali: Moretti, Cisint strumentalizza le Uti a scapito dei cittadini

pubblicato il 03 marzo 2017

MONFALCONE (03.03.17). «Dispiace che anziché guardare a una necessaria unità del territorio, Cisint strumentalizzi e tenti di delegittimare quello che lei considera solo come un nemico, ovvero l'amministrazione regionale, senza pensare che i primi a pagarne le conseguenze sono i Comuni e le comunità che responsabilmente e rispettosamente hanno aderito all'Uti». A dirlo è il capogruppo del Pd, Diego Moretti commentando la scelta del sindaco di Monfalcone, Anna Maria Cisint di uscire dall'Uti del Basso isontino.
«Questo comportamento, purtroppo non fa che confermare che Cisint non ha ancora ben chiaro che sta rappresentando tutta una comunità, non il suo partito, la Lega nord, che da tempo ha alzato solo barriere ideologiche contro la Regione anziché scegliere la strada del dialogo. L'atto compiuto è nullo perché l'obbligatorietà è fissata per legge e per tanto non può essere disconosciuta o modificata a seconda delle convenienze del momento. La strumentalità della scelta odierna è data anche dal fatto che le Uti sono partite di fatto da gennaio 2017, mi pare per tanto che giudicarne l'efficacia a soltanto due mesi dall'avvio sia al quanto prematuro».