HOME > NOVITA'

Enti locali: Moretti, riforma necessaria fatta per il territorio

pubblicato il 07 marzo 2017


TRIESTE (07.03.17). «Sulla vicenda legata alla riforma degli enti locali è doveroso ricordare innanzitutto che è stato perso più di un anno di tempo perché ci sono dei sindaci che hanno voluto spostare il confronto politico nei tribunali. Il fatto che deliberatamente vi siano altre istituzioni, in questo caso quasi sessanta Comuni, che non intendono rispettare una legge votata dal Consiglio regionale, rappresenta un precedente gravissimo che non può essere lasciato cadere in maniera indifferente. Mi domando, in questo contesto, se il senatore Russo si ricorda che il programma con il quale il centro-sinistra ha vinto le elezioni regionali prevedeva proprio lo strumento delle Unioni quale ente di area vasta delle politiche intercomunali: dispiace che egli continui con personalismi e protagonismi dannosi e inutili». A dirlo è il capogruppo del Pd, Diego Moretti commentando la situazione delle Uti. «Chiedere la testa dell'assessore – continua – è una cosa priva di significato e in questo momento addirittura nociva. Tecnicamente mettere qualcun altro al posto dell'assessore Panontin non servirebbe a nulla e non porterebbe alcun cambiamento: quello che serve in questo momento è affiancare dal punto di vista tecnico i vertici politico-amministrativi delle Uti nell’avvio operativo delle Unioni. Ritornare indietro sull’impianto della LR 26/2014 sarebbe sbagliato».