HOME > NOVITA'

Lavoro: Codega, AttivaGiovani è una novità per le imprese

pubblicato il 21 marzo 2017

TRIESTE (21.03.17). «Con il suo intervento Ciriani dimostra di aver frainteso le azioni della Regione in tema di politiche attive per il lavoro. E questo sorprende ancor di più perché tali considerazioni arrivano da chi, nel precedente governo, oltre al ruolo di vicepresidente aveva anche delle deleghe affini, come le attività produttive». A dirlo è il presidente della VI commissione, Franco Codega (Pd) in replica alle dichiarazioni di Luca Ciriani sul ddl AttivaGiovani e sull'abolizione dei voucher da parte del governo nazionale. «L’approvazione del ddl 197, illustrato questa mattina dall’assessore Panariti in commissione, non ha nulla a che vedere con l'eliminazione dei voucher decisa dal governo nazionale in questi giorni. Il provvedimento è frutto di una gestazione che dura già da alcuni mesi e mette a frutto una posta in bilancio messa nella finanziaria di quest’anno. In secondo luogo la centralità del provvedimento non è riferito alla questione dei voucher, bensì ha a che fare con la misura “AttivaGiovani” che sostanzia la gran parte dell’intervento, ben il 90 per cento delle risorse. Quindi nessuna logica di riparazione». Inoltre, aggiunge Codega, «il ddl rappresenta assolutamente una novità, anche rispetto alla legge regionale 18/2005, perché quest’ultima dispone incentivi alle imprese per la stabilizzazione in tempo indeterminato di rapporti di lavoro temporaneo (Co.co.co, tempo determinato, tirocini), mentre il provvedimento in oggetto prevede incentivi per il passaggio da un “non rapporto di lavoro” come sono i voucher, in un vero rapporto di lavoro a tempo determinato o a tempo indeterminato. Questa misura, in questo momento non c’è».