HOME > NOVITA'

Le cose fatte per il Fvg: presentazione dei 4 anni di governo

pubblicato il 05 luglio 2017

Le cose fatte per il Fvg: la presidente Serracchiani e la sua giunta con il Gruppo e il Partito presentano i 4 anni di governo 
 
TRIESTE (05.07.17). Gli impegni presi e le promesse mantenute, le riforme necessarie per far ripartire il Friuli Venezia Giulia, le azioni della Regione, dalla Giunta al Consiglio, e del Partito democratico del Fvg, per il rilancio sociale, economico e territoriale. Il Gruppo consiliare regionale, in collaborazione con partito, organizza un primo incontro pubblico “Le cose fatte per il nostro territorio” per «illustrare e dare conto ai nostri concittadini di quanto fatto in questi 4 anni di governo della Regione» fanno sapere il capogruppo Diego Moretti e la segretaria Antonella Grim. All'evento, in programma venerdì 7 luglio alle 18 all'hotel Astoria a Udine, prenderà parte la presidente della Regione, Debora Serracchiani, gli assessori e i Consiglieri regionali del Pd, i rappresentanti del Pd Fvg. Porteranno inoltre un contributo anche esponenti del mondo produttivo come Dario Ermacora, presidente Coldiretti Fvg, Valerio Pontarolo, presidente del Polo Tecnologico di Pordenone e Mario Sommariva, segretario generale dell'Autorità portuale di Trieste. Infine, il direttore del Messaggero Veneto Omar Monestier intervisterà la presidente Serracchiani.
«È un obbligo degli eletti e degli amministratori rendicontare a elettori ed elettrici quanto fatto rispetto agli impegni presi al momento delle elezioni. Inoltre, proprio dalla consapevolezza dei risultati raggiunti, qualcuno rimodulato rispetto alle condizioni oggettive del governare, altri magari non ancora messi in cantiere, possiamo partire per definire nuovi obiettivi e riparametrarne alcuni, per rendere i progetti sempre più rispondenti alle esigenze dei cittadini e dei territori» commenta il capogruppo Moretti.
Secondo la segretaria del Pd Fvg, Antonella Grim, e il presidente del partito, Salvatore Spitaleri, «dal 2013 ad oggi abbiamo lavorato per cambiare profondamente volto alla nostra regione, scrollandole di dosso quella patina di marginalità e immobilismo che ci aveva penalizzati per troppo tempo. Abbiamo contrastato localismi e lavorato perseguendo sempre una visione strategica d’insieme, all’interno della quale tutti i territori, nel rispetto delle rispettive specificità, sono parte di un territorio integrato. Questa rimane secondo noi l’unica strada possibile ed è da qui che vogliamo rilanciare il nostro progetto di governo. Quello di venerdì a Udine è il primo di una serie di appuntamenti che coinvolgeranno tutti i territori».