HOME > DOCUMENTI

BOLZONELLO: Situazione strada turistica della Val Cimoliana e gravi ricadute turistiche nell’area

pubblicato il 26 marzo 2019

INTERROGAZIONE A RISPOSTA IMMEDIATA

Oggetto: Situazione strada turistica della Val Cimoliana e gravi ricadute turistiche nell’area
 
PREMESSO che la Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia è stata pesantemente interessata dall’ondata di maltempo dello scorso anno con danni, stimati da parte della Protezione Civile FVG, per circa 600 milioni di euro;
RILEVATO che i danni si sono distribuiti su tutto l’arco montano della nostra Regione, con maggiori criticità nell’udinese e nel pordenonese;
PRESO ATTO che la strada della Val Cimoliana, a seguito dell’ondata di maltempo, è stata pesantemente danneggiata rendendola, ad oggi, non percorribile;
CONSIDERATO che tale arteria riveste carattere strategico dal punto di vista turistico perché collega l’abitato di Cimolais con il rifugio Pordenone, punto di partenza per raggiungere uno dei simboli del Parco delle Dolomiti friulane, ovvero il Campanile della Val Montanaia con presenze annuali pari a 20.000 unità;
RILEVANTO che la stagione estiva è alle porte e vi è il rischio di un danno economico, per il territorio, estremamente rilevato;
Tutto ciò premesso
INTERROGA La Giunta regionale per conoscere l’entità delle risorse destinate per la riapertura della strada dalla Val Cimoliana e le relative tempistiche d’intervento.

Sergio Bolzonello

Trieste, 26 marzo 2019