HOME > DOCUMENTI

DA GIAU: La Regione adotta impegni “informali” per l’apertura di nuove strutture nelle more della riclassificazione delle strutture residenziali e sem

pubblicato il 26 marzo 2019

INTERROGAZIONE A RISPOSTA IMMEDIATA

Oggetto: La Regione adotta impegni “informali” per l’apertura di nuove strutture nelle more della riclassificazione delle strutture residenziali e semiresidenziali?
 
Il sottoscritto Consigliere regionale,
PREMESSO che la LR 10/1998, art. 3, prevede il perseguimento dell’omogeneità territoriale dell’offerta di servizi, con particolare riferimento all'assistenza residenziale per non autosufficienti;
che successivi interventi regolamentari hanno introdotto e modificato i requisiti, criteri ed evidenze minime strutturali, tecnologiche e organizzative per la realizzazione ed esercizio di servizi semiresidenziali e residenziali per anziani;
che le “Linee di gestione 2019” per la gestione del Servizio sanitario e sociosanitario regionale sono state approvate in via definitiva il 22 marzo 2019, e in queste viene regolata la riclassificazione delle strutture;
che con delibere del 2018 e 2019 rispettivamente è stato approvato l’elenco della strutture regolarmente autorizzate al funzionamento e sono stati incrementati i posti letto complessivi in regione;
che per il rispetto degli standard le strutture esistenti hanno tempo fino al 31 maggio per adeguarsi, cosicché ai fini del convenzionamento dei posti letto aggiuntivi la prescrizione diventa operativa solo a decorrere dal 1 giugno 2019;
che nelle scorse settimane è emerso a mezzo stampa che a Medea è prevista la realizzazione da parte di un noto Gruppo privato regionale operante nel settore socio-assistenziale, di una “maxi casa di riposo” per 120 posti letto.
Tutto ciò premesso, INTERROGA il Presidente della Regione e la Giunta regionale per sapere quali siano le intenzioni dell’Amministrazione in merito alla concessione di eventuali accreditamenti e successivi convenzionamenti di nuove strutture residenziali e semiresidenziali per anziani non autosufficienti nelle more della scadenza dei termini di cui alla DGR 95/2019, della conclusione del processo di riclassificazione delle strutture e di una pianificazione sull’omogenea ripartizione delle risorse nel territorio regionale.
 
 Chiara Da Giau
 
Trieste, 26 marzo 2019