HOME > DOCUMENTI

SANTORO: Due gravi episodi all'Ospedale di Udine

pubblicato il 14 febbraio 2020

INTERROGAZIONE A RISPOSTA IMMEDIATA

Oggetto: Due gravi episodi all'Ospedale di Udine

Appreso dalla stampa locale la vicenda del 92enne che il 6 gennaio scorso è stato accolto al Pronto Soccorso dell'Ospedale di Udine per una frattura al femore, al quale nei giorni successivi al ricovero è stata diagnosticata una polmonite, e che in data 16 gennaio è poi deceduto;
Considerato che successivamente sulla stampa locale è stata riportata notizia di episodio di fine gennaio scorso riguardante una anziana di 86 anni che sarebbe stata trasportata a casa in tarda serata senza i vestiti preparati dalla figlia e con addosso «solo la camiciola con i lacci sul retro neppure legati», con ripercussioni negative per la propria salute nei giorni a seguire;
Appreso quindi delle rimostranze e segnalazioni fatte all'Associazione di tutela diritti del malato di Udine da parte dei familiari di entrambi i pazienti;
Ritenuti gli episodi molto gravi se dovessero essere confermati;
interroga il Presidente della Regione per sapere se siano state fatte indagini interne da parte dell'Azienda sanitaria udinese sulle due vicende e, in particolare, se i pazienti siano stati trattati adeguatamente rispetto alle condizioni di salute, all'età e alla situazione ambientale in cui si trovavano, se per caso sussistano delle carenze nella dotazione ambientale, strumentale e di personale nel Pronto Soccorso e del reparto di Medicina dell'Ospedale S. Maria della Misericordia di Udine tali da provocare disagi e nocumento ai pazienti accolti o difficoltà operative da parte del personale dipendente; se gli operatori erano in numero sufficiente e con adeguate dotazioni per poter rispondere alle esigenze dei pazienti e quali azioni si intendano mettere in atto al fine di prevenire e scongiurare il ripetersi di gravi e tragici episodi come quelli che sarebbero successi.

Mariagrazia Santoro

Trieste, 14 febbraio 2020