HOME > DOCUMENTI

DA GIAU: Utilizzo compost da trattamento dei rifiuti: quali controlli?

pubblicato il 24 giugno 2019

INTERROGAZIONE A RISPOSTA IMMEDIATA
 
OGGETTO: “Utilizzo compost da trattamento dei rifiuti: quali controlli?”
 
Considerate le notizie e risultanze apparse sui mezzi di comunicazione social e stampa, nazionali e locali, collegate ad un’inchiesta giornalistica riguardante la distribuzione sui terreni agricoli dei prodotti derivati dai processi di compostaggio industriale del rifiuto umido in un’azienda veneta;
Ricordato che anche nella nostra Regione sono insediate aziende che recuperano ingenti quantità di rifiuto umido proveniente da tutta Italia tramite compostaggio e produzione di biogas;
Nota la proprietà in capo a queste aziende di molte superfici agricole sui territori limitrofi alla propria sede, oltre che i rapporti di fornitura di compost ad aziende di terzi;
Considerata anche la specifica natura geologica dei suoli in cui sono insediate queste aziende, che possono determinare un facile e rapido dilavamento di eventuali inquinanti e il loro trasferimento e accumulo nelle falde sottostanti;
Rilevato l’interesse pubblico che gli importanti processi industriali collegati al trattamento e recupero dei rifiuti e all’economia circolare, avvengano nella più totale trasparenza e con la piena rassicurazione della cittadinanza che il loro valore ambientale non sia inquinato da pratiche non consone di alcun genere;
Ricordata la competenza del Corpo Forestale Regionale e dell’Arpa per la vigilanza e il controllo ambientale, la protezione della natura e l’accertamento di eventuali illeciti;
SI INTERROGA L’ASSESSORE COMPETENTE per conoscere eventuali dati già in possesso o se è intenzione dell’amministrazione regionale avviare, avvalendosi di ARPA e del nucleo ambientale del Corpo Forestale regionale, un piano straordinario di monitoraggio sui terreni in cui viene distribuito il compost derivato dai processi industriali sunnominati.

Chiara Da Giau

Trieste, 24 giugno 2019