HOME > DOCUMENTI

SANTORO: Aumento traffico aereo aviosuperficie A.V.R.O.-Nino Pittini: cosa intende fare la Regione?

pubblicato il 07 novembre 2019

INTERROGAZIONE A RISPOSTA IMMEDIATA
 
OGGETTO: “Aumento traffico aereo aviosuperficie A.V.R.O.-Nino Pittini: cosa intende fare la Regione?”
 
Premesso che con la variante n° 14 al PRGC del Comune di Osoppo è stata approvata l’asfaltatura, nonché l’allungamento e l’allargamento, della pista di decollo e atterraggio presso la società A.V.R.O-Nino Pittini sita in Rivoli di Osoppo;
Considerato che è stato recentemente illustrato il piano di sviluppo che prevede un aumento del traffico aereo a sostegno del turismo locale, del sistema di protezione civile, nonché della formazione di figure professionali dell’aviazione civile;
Ricordato che l’originaria ragione dell’asfaltatura della pista era legata solamente alla necessità di aumentare i livelli di sicurezza per i velivoli in ogni condizione atmosferica;
Ricordato che nella relazione per la verifica ad assoggettabilità alla VAS era stato dichiarato che l’asfaltatura non avrebbe comportato un aumento del traffico aereo;
Ricordato che la Direzione centrale ambiente ed energia della Regione aveva prescritto, nel suo parere del 24/02/2017, che il traffico aereo e il clima acustico dovevano essere mantenuti ai livelli precedenti l’asfaltatura;
Rilevato che l’aviosuperficie si trova in posizione adiacente alla ZSC “Valle del Medio Tagliamento”, alla Riserva Naturale di Forgaria nel Friuli, nonché alla zona industriale classificata come soggetta a rischio industriale rilevante e sottoposta al d.lgs. 105/2015;
Tutto ciò premesso si interroga l'assessore competente se corrisponde al vero la previsione di modifica della VAS per eliminare la limitazione di traffico e del clima acustico, se l’aviosuperficie ha attualmente l’autorizzazione ENAC all’esercizio e se è stato adottato il piano di rischio e chi ne verifica l’attuazione e il rispetto.

Mariagrazia Santoro

Trieste, 7 novembre 2019