HOME > NOVITA'

Lavoro: Da Giau (Pd), cdx non si culli su dati positivi e programmi futuri interventi

pubblicato il 04 febbraio 2021

04.02.21 «I dati lusinghieri sull'andamento del lavoro dipendente in Fvg, rispetto alla situazione di altre regioni, sono un fatto positivo, risultato di politiche regionali consolidate negli anni e del blocco dei licenziamenti a livello nazionale. Ma questo effetto potrebbe terminare a breve, con lo scadere a marzo degli effetti del provvedimento del governo. Per questo è necessario non cullarsi su dati positivi odierni e agire con tempestività per prevenire scenari esattamente contrari a quelli attuali». Lo afferma la consigliera regionale del Pd, Chiara Da Giau commentando le dichiarazioni dell'assessore al Lavoro, Alessia Rosolen riguardo ai dati del recente studio di Banca d'Italia e ministero del Lavoro, sulla tenuta del sistema economico.
«Le dimensioni regionali consentono di verificare da subito sul campo quale sia la situazione reale delle imprese e di individuare quali e quanti lavoratori siano a rischio licenziamento. Potrebbe essere così possibile tarare i fabbisogni effettivi di intervento e predisporre strumentazione e risorse, anche straordinarie, da mettere in campo. Questi interventi – conclude Da Giau - ci saremmo aspettati di trovarli già nella legge SviluppoImpresa che stiamo discutendo, per poter far fronte tempestivamente all’aggravarsi delle prospettive per tanti lavoratori, giovani, donne e lavoratori over 55 tra tutti».