HOME > NOVITA'

Aeroporto Fvg: Gruppo Pd, da scelte fatte in passato, positive basi per ripartire

pubblicato il 24 febbraio 2021

24.02.21 «Le scelte fatte in passato sull'aeroporto del Fvg, dal necessario cambio dei vertici con quelli attuali, agli investimenti sul polo intermodale, ci permettono oggi di guardare con fiducia al futuro sviluppo dello scalo nonostante la difficile situazione globale. Ora spetta alla Giunta fare delle scelte sugli investimenti in prospettiva societaria, operativi e strategici anche in termini turistici». Lo affermano i consiglieri del Pd Mariagrazia Santoro, Diego Moretti e Sergio Bolzonello intervenuti durante l'audizione, in IV commissione, del presidente dell’Aeroporto del Fvg, Antonio Marano e dell’amministratore delegato, Marco Consalvo.
«Nel 2015, quando fu nominato l’attuale management dell’Aeroporto, si avviò un processo di risanamento e modernizzazione di uno scalo che si trovava in forti difficoltà operative, gestionali e di prospettiva. Oggi riscontriamo con grande soddisfazione che quelle scelte hanno permesso allo scalo di restare sul mercato e di fare ragionamenti sul suo futuro post covid» hanno aggiunto. «Il polo intermodale è un unicum in Italia, e rappresenta un investimento fatto anche nell'ottica di acquisire uno spazio rispetto alla concorrenza di scali come Venezia e Lubiana. Le future scelte logistiche e infrastrutturali da fare ora, hanno dunque un grosso peso: è necessario capire quanto la Giunta regionale, accanto alle scelte su equilibri societari e strategici, intenda investire sulle Frecce scegliendo strategicamente la fermata di Trieste Airport». Per questo, la consigliera Santoro ha chiesto quindi «l'attivazione di un tavolo in cui tutti i soggetti che operano nella logistica e nelle infrastrutture, possano essere ascoltati e dove la giunta potrà illustrare un relativo piano di prospettiva futura post covid».