HOME > NOVITA'

Sanità: Santoro (Pd), accorpamenti di piccoli ospedali, quali verranno sacrificati?

pubblicato il 23 marzo 2021

23.03.21 «Si rompa il silenzio creato intorno alle affermazioni del direttore Arcs, che ha parlato di accorpamento dei piccoli ospedali. Se queste sono le intenzioni della Giunta, si facciano i nomi dei presìdi che verranno accorpati e quindi dei territori che saranno sacrificati sulla base di un fantomatico piano sconosciuto al Consiglio». A chiederlo è la consigliera regionale del Pd, Mariagrazia Santoro componente della commissione Salute, che a seguito dell'intervista che il direttore dell'Agenzia regionale di coordinamento per la Salute (Arcs), Giuseppe Tonutti ha rilasciato al portale che si occupa di sanità italiana, SaniTask ha presentato un'interrogazione e una richiesta di convocazione della 3ª commissione Salute per audire il direttore dell'Arcs e l'assessore alla Salute, Riccardo Riccardi.
«Nell'intervista – ricorda ancora Santoro – Tonutti interviene sugli investimenti in sanità da inserire all'interno del Recovery Fund, sostenendo la necessità di mettere in sicurezza il sistema ospedaliero puntando sull'accorpamento dei piccoli ospedali territoriali. Ora che il piano di investimenti europei si concretizza, con il tavolo delle proposte programmato questa settimana, sono strane queste dichiarazioni, visto che non ci risulta che i piani aziendali siano stati redatti. Eventuali proposte di ulteriore modifica e cambiamento dell’assetto organizzativo della sanità regionale dovrebbero essere discusse nelle sedi istituzionali preposte e non lanciate tramite interviste sui canali di comunicazione».