HOME > NOVITA'

Sanità: Conficoni (Pd), medici di base assegnati in via preferenziale, Riccardi chiarisca

pubblicato il 01 giugno 2021

01.06.21 «La carenza dei medici di base, soprattutto in alcune zone del territorio regionale, sta mettendo in difficoltà diverse comunità. Viste le recenti dichiarazioni del sindaco di Fiume Veneto, Canton, resta da capire se il metodo è quello di bussare alla porta giusta per entrare in una corsia preferenziale e ottenere la presenza di nuovi medici, magari scavalcando o togliendo qualcosa ad altri. Se la Regione facesse figli e figliastri sarebbe davvero grave». Lo afferma il consigliere regionale del Pd, Nicola Conficoni, componente della 3ª commissione Salute e firmatario di un'interrogazione rivolta alla Giunta regionale con la quale chiede chiarezza su un “presunto interessamento della Regione nella assegnazione dei medici di base”.
«Se come ha affermato il sindaco di Fiume Veneto, “anche grazie al tempestivo interessamento della Regione, in primis del vicepresidente Riccardo Riccardi, del direttore e di tre tecnici della direzione regionale Salute” è stato “ottenuto l'inserimento già dal mese di febbraio di due nuovi medici di medicina generale nella procedura di selezione bandita a marzo, anticipando così di un anno il normale iter per la sostituzione dei medici pensionati”, allora ci sono diverse cose che vanno chiarite». Secondo Conficoni «le affermazioni del sindaco Jessica Canton non sono proprio indifferenti e se corrispondessero al vero saremmo di fronte a un grave episodio di ingerenza. E’ bene che l'assessore Riccardi faccia chiarezza e, nel caso fossero prive di fondamento, prenda le distanze da tali dichiarazioni che fanno sentire penalizzati cittadini delle altre comunità. Infatti, uno dei medici di base che si trasferirà a Fiume Veneto è attivo nel territorio comunale di Morsano al Tagliamento e segue anche gli ospiti della locale casa di riposo. Vogliamo sperare che vertici politici e aziendali siano estranei a questa vicenda».